Industria delle carni

L’ozono nella lavorazione della carne e dei salumi

L’ozono trova numerose applicazioni nel trattamento delle carni. Il gas può essere impiegato per la sanificazione degli ambienti di lavorazione della carne e per la sanificazione degli utensili che vengono utilizzati.

Inoltre l’uso dell’ozono fornisce maggiori garanzie contro patogeni e contaminanti, impattando positivamente sulla shelf life dei prodotti. Ad esempio la durata di conservazione della carne, se sottoposta a trattamento con ozono, si incrementa di oltre il 20%.

L’ozono può essere utilizzato per sanificare, sterilizzare ed ottenere un adeguato controllo ambientale negli impianti di confezionamento e preparazione dei salumi, riducendo l’impiego di grandi quantità d’acqua per il lavaggio e i risciacqui e l’uso di prodotti chimici che possono lasciare residui indesiderati.

L’ozono è efficace nella disinfestazione di acari nei prodotti di salumeria (prosciutti crudi, speck, coppe, etc.).

L’ozono può essere inoltre utilizzato nelle sale di stagionatura per ottenere prodotti privi di muffe indesiderate e per evitare l’attacco degli insetti.


I vantaggi dell’ozono nel trattamento delle carni

  • Aumento del tempo medio di conservazione delle carni, sia nei banchi refrigerati che all’interno delle celle frigorifere
  • Eliminazione degli odori di natura organica
  • Mantenimento del tasso di umidità ad una gradazione più elevata nelle celle, attenuando il calo del peso